Ultime dal blog
Home / Kamakura

Kamakura

tempio Hasedera, Kamakura

Kamakura, una piccola cittadina costiera ad un’ora di treno da Tokyo, è stata il centro politico del Giappone per oltre un secolo, quando Minamoto Yoritomo la scelse per farne la sede del suo governo nel 1192, iniziando il periodo dello shogunato Minamoto (conosciuto anche come shogunato Kamakura). La città è oggi una meta molto popolare e consiglio di inserirla come tappa nel vostro itinerario: soprannominata da alcuni “la Kyoto del Giappone orientale”, Kamakura offre un ampio ventaglio di cose da vedere e da fare.

Perché visitare Kamakura

Data la sua vicinanza alla capitale, Kamakura è una piacevole destinazione da visitare per buona parte a piedi: la città e i suoi dintorni sono disseminati d’innumerevoli templi buddisti e santuari scintoisti, testimonianza della sua ricca storia.
E’ una valida alternativa a Nikko, soprattutto durante l’estate, grazie alle sue spiagge che potete visitare in giornata, per staccare un po’ dalla vita cittadina.

Dove si trova

Kamakura fa parte della prefettura di Kanagawa, a circa 70 km a sud di Tokyo. Il Monte Fuji, visibile dal lungomare, dista poco più di 100 km. Da Kamakura si può raggiungere facilmente l’isola di Enoshima (江ノ島), un’altra località turistica molto popolare fra gli abitanti locali.

Come arrivare a Kamakura con il Japan Rail Pass

Chi arriva da Tokyo e intende visitare Kamakura in giornata, ha una maggiore convenienza a fermarsi alla stazione di Kita-Kamakura, più vicina alla zona dei templi.
Con il JR Pass si può prendere la linea Yokosuka da Tokyo Station a Kita-Kamakura, in meno di un’ora. Per chi non possiede il Japan Rail Pass il costo è di 890 yen.
Da Shinjuku potete prendere la JR Shonan-Shinjuku Line con destinazione Zushi, con arrivo a Kita-Kamakura.

Pass per Kamakura

Nel caso non si abbia il JR Pass si può prendere il biglietto speciale Enoshima Kamakura Free Pass, che include il viaggio di a/r da Shinjuku per Kamakura, l’isola di Enoshima e viaggi illimitati sulle linee Enoden e Odakyu, al prezzo di 1.970 yen.
Da notare comunque, che il viaggio a Kamakura con questo pass, richiede almeno 90 minuti, comparati ai 60 minuti di treno della Jr Yokosuka; la linea tuttavia è molto godibile, e si può apprezzare una piacevole vista sull’isola di Enoshima.

Cenni storici

La storia di Kamakura è intimamente legata al personaggio che l’ha resa celebre, Yoritomo Minamoto. Il clan dei Minamoto era stato praticamente spazzato via da un clan avversario, i Taira, e il terzo figlio, Yoritomo, fu mandato a vivere in un tempio a Izu. Quando il ragazzo crebbe, iniziò a raccogliere supporto per un contrattacco ai vecchi rivali del suo clan. Nel 1180, Yoritomo stabilì la sua sede a Kamakura, lontano dalle influenze della corte di Kyoto, in un luogo molto facile da difendere. Nei 5 anni successivi Yoritomo riuscì a sconfiggere i suoi rivali, e a stabilire l’inizio dello shogunato Kamakura nel 1192. Lo shogunato si protrasse fino al 1333, per oltre un secolo e mezzo, rendendo Kamakura una delle città più grandi e importanti del Giappone dell’epoca. Il periodo più florido di Kamakura terminò con la fine dell’omonimo shogunato, dando inizio ad un lungo periodo di caos nell’intero Giappone.

Cosa vedere a Kamakura

Le attrazioni di Kamakura sono sparse prevalentemente sulle colline intorno alla città, per cui chi vuole vedere più templi nell’arco di una sola giornata deve approfittare dei collegamenti con i mezzi pubblici per ottimizzare il percorso.

Tsurugaoka Hachiman-gū
Situato a circa 1 km dalla stazione di Kamakura, il più grande santuario scintoista della città fu costruito da Yoritomo Minamoto. Il santuario di Tsurugaoka, dedicato al Dio della Guerra, (chiamato appunto Hachiman) è una destinazione famosa a capodanno, quando fiumi di visitatori vengono a vedere la prima alba dell’anno nuovo; inoltre non è raro vedere un matrimonio tradizionale nella piazza di fronte al tempio principale. L’accesso al santuario è gratuito, ed è consentito ogni giorno dalle 7:00 fino alle 21:00.

Kenchō-ji
Kenchō-ji è il più vecchio tempio buddista di Kamakura: costruito nel 1253, è uno dei più antichi di tutto il Giappone. Distrutto e ricostruito nel corso del tempo, attualmente è composto da un monastero principale, con diversi edifici minori alle sue dipendenze. Da vedere assolutamente il suo giardino zen, assolutamente splendido. Il monastero apre ogni giorno dalle 8:30 alle 16:30, e l’ingresso costa 300 yen per gli adulti.
Kenchoji si trova a 15-20 minuti di cammino da Kita-Kamakura sulla JR Yokosuka Line, altrimenti si può raggiungere con 15 minuti di cammino dal Santuario Tsurugaoka Hachimangu.

Engaku-ji
Engaku-ji è uno dei più importanti complessi buddisti Zen. Fondato nel 1282 da un monaco Zen, fu costruito per onorare i guerrieri morti nelle battaglie successive all’invasione mongola del 1274-1281, così come per diffondere il pensiero buddista: il complesso ha rappresentato per lungo tempo un centro del pensiero Zen. Anche questo tempio è vicino alla stazione di Kita-Kamatura e può essere raggiunto facilmente a piedi. Al suo interno, ci sono un totale di 18 templi, splendidamente immersi nel verde. Il complesso apre dalle 8:00 alle 17:00 da aprile a settembre, mentre da ottobre a marzo chiude un’ora prima. Il biglietto d’ingresso costa 200 yen.

Daibutsu
Il grande Buddha di Kamakura è una statua di bronzo di Amida Buddha, situata sui resti del tempio di Kotokuin e conosciuto come Daibutsu. Con i suoi 11,3 metri d’altezza, è la seconda statua del Buddha più alta del Giappone, superata solo dalla statua del tempio di Todaiji, a Nara. La statua è stata fusa nel 1252, per un totale di oltre 100 tonnellate di bronzo e posta originalmente all’interno di un tempio, il quale, fu distrutto ripetutamente durante il XIV e XV secolo e dal 1495 la statua è rimasta all’aperto. L’area è visitabile dalle 7:00 ogni giorno, con orario di chiusura alle 18:00, anticipato di mezz’ora durante l’inverno. Il biglietto d’ingresso costa 200 yen, 150 per i bambini.

Hase-dera
Hase-dera è uno dei templi più popolari della regione: al proprio interno contiene la statua di legno più grande del Giappone, chiamata Hase Kannon. Le mura delle scalinate che conducono alla sala principale sono piene di migliaia di piccole statue, ognuna delle quali è stata lasciata da una madre che non è riuscita a portare una gravidanza a termine. Si stima che nel tempio ci siano 50.000 statue, raccolte negli ultimi 70 anni. L’accesso costa 300 yen, è possibile visitare il tempio tutti i giorni dalle 8:00 fino alle 16:30. Potete raggiungerla tramite la linea Enoden Enoshima dalla stazione di Kamakura fino alla stazione Hase, da qui 5 minuti a piedi.

Enno-ji
Enno-ji è situata a circa 15 minuti di camminata dalla stazione di Kita-Kamakura. Pur mancando informazioni chiare, si suppone che questo tempio buddista sia stato fondato nel 1250, per poi essere distrutto nel 1703 da un terremoto, e ricostruito nel luogo attuale. Il luogo è famoso per le statue dei 10 giudici infernali e per la storia che li lega: secondo la credenza derivante da un precetto del taoismo, questi giudici decidevano la sorte di quelle anime né completamente buone, né completamente cattive, ma che necessariamente dovevano andare in paradiso o all’inferno. Le statue dei giudici si trovano su un altare a forma di ferro di cavallo nella sala principale.
Biglietto di entrata: 200 yen, aperto dalle 9 alle 16 (da marzo a novembre) e dalle 9 alle 15 (da dicembre a febbraio).

Tōkei-ji
Un convento famoso durante l’epoca feudale, Toukei-ju era un luogo di riparo per le donne, che potevano ottenere il divorzio rimanendo in questo tempio per tre anni. L’edificio è aperto ogni giorno dalle 8:30 fino alle 17:00, orario ridotto alle 16:00 da novembre fino a febbraio. Per entrare è necessario pagare 200 yen.

Zeniarai Benten
Un santuario caratteristico sulle colline dedicato al Dio Ugafuku, conosciuto per una leggenda: ogni denaro (zeni) lavato (rai) nell’acqua della grotta sarà raddoppiato. Si trova a circa 2 km dalla stazione di Kamakura, raggiungibile in circa 20-30 minuti di camminata. La collina soprastante, Genjiyama, ha un parco con un’eccellente vista su tutta la città.
L’entrata è gratuita.

 
Japan Rail Pass
 

Potrebbero interessarti anche