Ultime dal blog

Arashiyama e Sagano

Bosco di bambù ad Arashiyama, Kyoto

Non dovete pensare che le bellezze di Kyoto si esauriscano esclusivamente all’interno del suo centro. Anche le zone di periferia hanno suggestioni intense da offrire a tutti i viaggiatori che le decideranno di inserirle nel loro tour della città. Dobbiamo in particolar modo ricordare la zona, situata alla periferia occidentale di Kyoto, conosciuta con il nome di Sagano – Arashiyama.

In realtà Sagano e Arashiyama sono due zone ben distinte: Sagano è situata a nord del famoso ponte Togetsukyo mentre Arashiyama è la zona delle montagne, adagiate nei pressi della sponda sud del fiume Hozu. Si è ormai soliti però considerare queste due zone come un unico grande quartiere.

Furono i nobili del periodo Heian a rendere questa zona di Kyoto particolarmente famosa. Attratti dalle sue bellezze naturalistiche e dal clima tranquillo, la scelsero infatti come meta per le loro vacanze. E ancora oggi è questo il luogo prediletto da tutti coloro che vogliono vivere un soggiorno rilassante a contatto con la natura.

L’affluenza sempre più intensa di visitatori ha reso il quartiere di Sagano – Arashiyama molto turistico con negozi, ristoranti, bar e un’atmosfera davvero molto vivace. Coloro che vogliono scoprire il lato più puro di queste zone, quello che i nobili del periodo Heian hanno tanto amato, devono recarsi a nord del quartiere. Qui non troverete negozi, ristoranti affollati e orde di turisti, ma solo la natura incontaminata costellata da templi suggestivi.

Cosa vedere ad Arashiyama e Sagano

Ponte Togetsukyo

Simbolo del quartiere, il Ponte di Togetsukyo si armonizza alla perfezione con il paesaggio circostante. Dietro al ponte si ergono le montagne con i loro boschi rigogliosi e nei pressi, proprio lungo le sponde del fiume, c’è un parco con alberi di ciliegio che in primavera fioriscono rendendo il panorama romantico e ricco di fascino.

Bosco o foresta di bambù

Varcare la soglia di questo bosco di bambù vi farà credere di essere approdati letteralmente in un altro mondo. Vi ritroverete infatti del tutto circondati dalle canne di bambù e la luce che da esse filtra è soffusa, surreale, quasi da mondo delle fiabe.

Sarete fortunati se troverete una leggera brezza: ad ogni movimento le canne di bambù emettono infatti un delicato fruscio che rende l’atmosfera se possibile ancora più affascinante.

Per raggiungere la foresta di bambù consiglio di prendere la linea JR Sagano e scendere alla fermata saga-arashiyama, da qui arrivate a piedi in 10 minuti, seguendo le indicazioni

Villa Okochi

Proprio alla fine del bosco di bambù, sorge la villa del famoso attore Okochi Denjiro (1896-1962). Gli interni della villa non possono essere visitati, ma è comunque possibile passeggiare tra i meravigliosi giardini e osservare i vari edifici, tra cui anche la casa del tè, e i bellissimi cancelli.
La villa resta aperta tutti i giorni dalle ore 09.00 alle 17.00. Il costo per l’ingresso è di 1000 Yen.

Tempio Tenryu-ji

Questo è il tempio più grande di tutto il quartiere, e anche quello in assoluto più incantevole. È stato fondato nel periodo Muromachi, più precisamente nel 1339, e oggi è parte del patrimonio dell’umanità UNESCO. Il tempio è composto da vari edifici, circondati in meravigliosi giardini.

Consiglio di mangiare al ristorante del tempio, Shigetsu, dove potrete assaggiare la cucina (vegetariana) dei monaci zen, chiamata shojin ryori e mangiare il miglior tofu della città, a mio avviso!

Il tempio Tenryu-ji resta aperto ogni giorno dell’anno dalle ore 08.30 alle 17.30. Dalla fine del mese di ottobre fino alla fine del mese di marzo la chiusura è anticipata alle 17.00. Il costo per l’accesso ai giardini è di 500Yen. Con altri 100 Yen è possibile accedere anche agli edifici del tempio.

Tempio Gio-ji

I templi completamente immersi nel verde del bosco hanno una marcia in più rispetto agli altri, dobbiamo ammetterlo. Perché da queste posizioni isolate e silenziose è possibile mettersi in contatto con la parte più vera e profonda di se stessi, scoprendo quella spiritualità tipica della cultura giapponese.

Il tempio Gio-ji è proprio uno di questi, famoso per il giardino di muschio costellato da alberi di acero e per i tetti di paglia di alcuni suoi edifici.

Resta aperto ogni giorno dalle ore 9.00 alle 17.00. L’ultimo ingresso è possibile però alle ore 16.30. Il costo per l’accesso è di 300 Yen. È possibile acquistare anche un biglietto combinato per questo tempio e quello di Daikakuji al prezzo di 600 Yen.

Tempio Daikaku-ji

L’edificio era un tempo la residenza di un imperatore e solo nell’876 è stato trasformato in un tempio buddhista della setta Shingon. Il tempio è famoso soprattutto per lo stagno. Si tratta d uno specchio d’acqua di 1 km di circonferenza che ospita oltre 3000 esemplari di fiori di loto. Attorno al lago troverete ciliegi e aceri: ce ne sono, pensate, circa 650!

Il tempio Daikaku-ji resta aperto ogni giorno dalle ore 9.00 alle 17.00. L’ultimo ingresso è possibile però, anche in questo caso, alle ore 16.30. Il costo per l’ingresso è di 500 Yen, ma il biglietto che combina l’ingresso a Daikaku-ji e a Gio-ji, come sopra accennato, ha un prezzo di soli 600 Yen.

Parco delle scimmie Iwatayama

Nella zona delle montagne, a sud del ponte Togetsukyo, c’è l’ingresso al parco. Qui, in una grande area aperta, è possibile osservare centinaia di scimmie. Impossibile che abbiate visto in vita vostra uno spettacolo simile, assolutamente incredibile. Dal parco è inoltre possibile godere di panorami mozzafiato sulla città.

Il parco delle scimmie resta aperto ogni giorno dell’anno, tranne nei giorni di neve o in cui la pioggia è particolarmente intensa. L’orario di accesso è dalle 09.00 alle 17.00. Dal mese di novembre sino al 14 di marzo il parco chiude alle 16.00. Il costo è di 550 Yen.

Come arrivare a Sagano – Arashiyama

Il quartiere di Sagano – Arashiyama è facilmente raggiungibile in treno, tramite La linea JR Sagano che parte dalla stazione centrale di Kyoto e raggiunge la stazione di Saga-Arashiyama in appena 15 minuti.
Il costo, senza il japan rail pass, è di 240 Yen a tratta.
Dalla stazione proseguite a piedi seguendo i cartelli per il bosco di bambù.

Coloro che si trovano vicino alla stazione Omiya di Kyoto possono arrivare al quartiere con i treni della linea Keifuku, che fermano alla stazione Arashiyama Keifuku, situata proprio nel centro. La corsa dura circa 20 minuti e ha un costo di 210 Yen.

Dalla stazione della metro Karasuma, invece, si può prendere il treno della linea Hankyu, cambiando però alla stazione Katsura con la linea Hankyu per Arashiyama. La fermata è alla stazione Hankyu Arashiyama, situata a circa 10 minuti a piedi dalla foresta di bambù. La corsa ha una durata di 20 minuti e un costo di 220 Yen.

In alternativa è possibile muoversi in autobus (anche se io consiglio il treno in questo caso): dalla maggior parte delle zone della città passano linee di bus che offrono collegamenti diretti con Arashiyama (sono in bus nn. 28, 11, 71, 72 e 73).

Quando andare

Ci sono alcuni periodi dell’anno in cui la natura a Sagano – Arashiyama offre delle viste davvero spettacolari. Durante i primi giorni del mese di aprile ha luogo la famosa fioritura dei ciliegi. Questi alberi, davvero molto diffusi in Giappone, si vestono di fiori candidi offrendo uno spettacolo unico.

Verso la metà invece del mese di novembre il foliage autunnale trasforma il paesaggio in un luogo incantato e ricco di calore: gli alberi si vestono di colori caldi, dal marrone al rosso, dal giallo all’oro, e le foglie ormai secche iniziano a cadere sul terreno.

Questi sono i periodi più amati per visitare il quartiere. Sarà affollato di turisti, è vero, ma, credeteci, vale davvero la pena di vedere questi spettacoli della natura almeno una volta nella vita.

Ciò non significa che durante gli altri periodi il quartiere di Sagano – Arashiyama non abbia niente da offrire. Da ricordare ad esempio Hanatoro: si tratta di un evento che ha luogo durante il mese di dicembre che prevede un’illuminazione davvero molto particolare delle strade. Per l’occasione centinaia di lanterne illuminano il quartiere ed è possibile così sentirsi come dentro ad un favola, un luogo infatti che vi sembrerà quasi sospeso nel tempo e nello spazio.

Anche in estate il quartiere è affascinante: proprio in questo periodo infatti è possibile osservare l’antica tecnica giapponese della pesca con i cormorani.

 
Japan Rail Pass
 

Potrebbero interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.