Ultime dal blog
Home / Nara

Nara

tempio Todaiji a Nara

Un antico poeta giapponese la definì “un fiore profumato in piena fioritura”. L’antica prefettura di Yamato, oggi prefettura di Nara, è una delle culle della civiltà giapponese.
La città di Nara (奈良市) è una delle più antiche del Giappone; ne è stata capitale dal 719 al 794 e nel1998 è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Con i suoi templi e i quartieri tradizionali è un concentrato di arte e cultura giapponese.
Non c’è una stagione giusta per visitare Nara, perché ogni periodo dell’anno offre uno spettacolo unico.
Situata al confine con la prefettura di Kyoto (circa 35 Km più a sud), nell’isola di Honshu, Nara è oggi capoluogo dell’omonima prefettura.

Come Raggiungere Nara

Per raggiungere Nara, uno dei punti di partenza migliori è sicuramente la città di Kyoto e consiglio un’escursione in giornata. Ovviamente il mezzo di trasporto da preferire è il treno.
Se si è in possesso del Japan Rail Pass conviene prendere dalla Stazione JR di Kyoto la linea JR Nara e scendere alla stazione Nara (circa 44 minuti); se non si è muniti del JR Pass, potete ugualmente prendere la linea JR Nara (il biglietto costa 710 yen solo andata), oppure prendere la linea privata Kintetsu. Il treno espresso, che impiega circa 35 minuti per arrivare a destinazione, parte dalla Stazione Kintetsu di Kyoto (situata nella parte sud della Stazione JR di Kyoto) e arriva alla Stazione Kintetsu di Nara.

Cosa vedere a Nara

In una città ricca di storia come Nara, seconda solo a Kyoto in quanto a luoghi ed edifici tradizionali, un visitatore ha solo l’imbarazzo della scelta. I luoghi di maggior interesse sono tutti raggiungibili a piedi dalla Stazione Kintetsu di Nara oppure con il bus.

Templi e santuari

Todai – Ji

Il tempio Todai – Ji è una delle attrazioni più gettonate non solo di Nara, ma dell’intero Giappone. Il tempio è un luogo di culto buddista ed è costruito interamente in legno. Il punto focale dell’intera struttura è il Daibutsu – Den (o Hall of Great Buddha), una grossa costruzione in legno che ospita il Buddha Daibutsu (il più grande al mondo, alto 15 metri). Sul retro del Daibutsu – Den è situato un pilastro con un foro al centro: si dice che le persone che riescono ad attraversarlo ricevano una sorta di “illuminazione”, ma essendo uno spazio stretto, solo i bambini generalmente riescono a passare attraverso. Un altro punto di sicuro interesse è la porta Nandai – mon, situata a pochi metri ad est del Daibutsu – Den.
Per raggiungere il Todai ji ci vogliono circa venti minuti a piedi dalla Stazione Kintetsu di Nara, oppure uno dei seguenti bus sempre dalla stazione Kintetsu o dalla stazione JR di Nara: 1, 2, 6, 52, 70, 88, 89, 97, 98 oppure 133 e scendete alla stazione Daibutsuden Kasugataisha Mae, da qui 5 minuti a piedi.

Kasuga

Il santuario Kasuga Taisha è uno dei maggiori santuari shintoisti della città di Nara. Il santuario, con le sue colonne color vermiglio, i muri bianchi e i tetti in legno emana un’aura di spiritualità ed è perfettamente incastonato nel parco che lo circonda, anch’esso un’opera d’arte grazie ai 300 tipi diversi di alberi e piante presenti, al complesso intreccio di viali e in particolare alle lanterne di pietra che lo caratterizzano.
Per raggiungere il santuario ci vogliono circa 25 minuti a piedi dalla Stazione Kintetsu di Nara oppure si prende il bus n. 70,88,97,98,133 fino alla fermata Kasuga Taisha Honden.

Kofuku – Ji

Il tempio Kofuku – Ji fu costruito al tempo in cui Nara divenne capitale ed era di proprietà della famiglia Fujiwara, una delle più potenti famiglie dell’epoca. Degli originali 150 edifici solo alcuni sono arrivati fino a noi; due di essi sono una pagoda a tre piani ed una a cinque piani; quest’ultima, con i suoi cinquanta metri, è seconda in altezza solo a quella situata nel tempio Toji a Kyoto. L’accesso al Kofuku – Ji è gratuito, ma per vedere il Museo del Tesoro Nazionale e la Sala Dorata orientale si deve invece pagare una quota. La Sala Dorata Centrale sarà chiusa per lavori fino al 2018, ma ci sono molti altri edifici da poter visitare ed ammirare, come le due sale ottagonali Hokuendo e Nanendo.

Il Kofuku – Ji è a cinque minuti di cammino dalla Stazione Kintetsu di Nara, 15 minuti dalla JR di Nara e a 3 dalla fermata dell’autobus Kencho Mae (bus nr 20, 23, 63, 90 or 136 dalla stazione JR Nara).

Horyu – Ji

Il tempio Horyu – Ji si trova ad Ikaruga, a circa 15 km a sud di Nara ed ospita alcuni degli edifici in legno più antichi del mondo e contiene alcune delle raffigurazioni buddiste più importanti del Paese. Si può raggiungere dalla stazione JR di Nara con il treno rapido della JR Yamatoji fino alla stazione JR Horyuji.

Parchi

Giardino Isuien

Il giardino Isuien, situato non lontano dal tempio TodaiJi è uno dei fiori all’occhiello della città di Nara, un’oasi verde diventata famosa anche grazie al genio di chi l’ha progettata; utilizzando la tecnica dello shakkei, infatti, gli architetti hanno incorporato nel background elementi come il tetto del TodaiJi e le tre colline che circondano Nara. Il nome Isui – en significa “giardino costruito sull’acqua”, perché al suo interno è ricco di laghi grandi e piccoli. Il lago più grande si trova poco lontano dal cancello d’ingresso. Oltre ai suoi laghi e viali il giardino ospita un museo ed una sala da tè.
Per raggiungere il giardino Isuien sono necessari 15 minuti a piedi dalla Stazione Kintetsu di Nara, altrimenti 5 dalla fermata del bus Oshiagecho.

Nara koen, Parco di Nara

Il Parco di Nara (koen in giapponese significa parco), è un’enorme riserva naturale che si estende dalla parte bassa di Nara e Naramachi fino ai piedi delle colline. Questo parco comprende le aree del TodaiJi, del Giardino Isuien e il Santuario Kasuga Taisha. La sua caratteristica più interessante è l’alto numero di cervi che lo popolano e che frequentemente si avvicinano ai passanti per essere nutriti.
Il Parco è situato a 5 minuti di cammino dalla Stazione Kintetsu di Nara oppure 15 da quella della Japan Rail.

Giardino Yoshikien

Lo Yoshiki – en è un piccolo gioiello situato a poca distanza dal giardino Isuien, da cui è separato solo dal fiume Yoshikigawa, al quale deve il suo nome. E’ diviso in tre parti: un giardino con i laghetti, un giardino di muschio ed uno in cui si tiene la cerimonia del tè.

 
Japan Rail Pass
 

Potrebbero interessarti anche