Giappone in 2 settimane: itinerario dettagliato. Scarica subito
In primo piano
Home / Kobe
Cosa vedere a Kobe, Giappone

Kobe

Kōbe è la capitale della prefettura di Hyogo, sull’isola di Hōnshu, ed è una delle 10 città più grandi del Giappone. Ha circa 1 milione e mezzo di abitanti.

La sua posizione, tra il monte Rokko e il mare, la rende anche una delle città più ricche di fascino del Paese. Il suo porto è stato uno dei principali del Giappone per diversi secoli ed uno dei primi ad essere aperti al commercio estero, insieme a Yokohama, Nagasaki, Hakodate e Niigata.

Distrutta nel 1995 dal Great Hanshin Earthquake o Terremoto di Kōbe, che causò la morte di più di 5.000 persone, Kōbe è riuscita a risorgere dalle sue ceneri, ed oggi non presenta quasi più traccia del terribile evento, ma conserva inalterata la sua eccezionale bellezza.

Cosa vedere a Kōbe

Dall’area del porto e il lungomare al monte Rokko, sono tante le attrazioni che la città di Kōbe ha da offrire. Le sue strade, dall’aria caratteristica, sono il luogo ideale per passeggiare e fare un po’ di shopping.

Kōbe è una città ricca di attrazioni interessanti: a partire dalla sua baia fino ad arrivare al cuore della città, sono tanti i luoghi caratteristici che si devono assolutamente vedere quando la si visita.

Ponte di Akashi Kaikyo

Ponte Akashi Kaikyo, Kobe

Una delle sue attrazioni più iconiche è sicuramente il ponte Akashi Kaikyo, inaugurato nel 1998, che collega la città all’isola Awaji: con una lunghezza di quasi 4 chilometri, è il ponte sospeso più lungo del mondo.

Ai suoi piedi si trova il Bridge Exhibition Center, dove si possono trovare informazioni sulla progettazione e costruzione del ponte e curiosità su altri ponti simili in giro per il mondo.

La Maiko Marine Promenade è un sistema di piattaforme situate al di sotto del ponte, a circa 50 metri d’altezza sul livello dell’acqua; da qui si gode di una meravigliosa vista sullo Stretto di Akashi e sulla Baia di Osaka.

Come raggiungere il ponte

Prendere la JR Sanyo line per la stazione Maiko, da qui sono pochi minuti a piedi per la Promenade e il Bridge Exhibition Centre.



Orari di apertura: 
Il Bridge Exhibition Center è aperto dalle 9:15 alle 17:00, tutti i giorni eccetto il lunedì, giorno di chiusura, oppure il giorno seguente se il lunedì è giorno festivo.

Chiuso anche dal 29 dicembre al 3 gennaio. Costo di ingresso ¥310.

La Maiko Marine Promenade è aperta dalle 9 alle 18:00 (fino alle 19 durante le vacanze estive e la Golden Week): costo di ingresso ¥250 (¥300 nei weekend e feste nazionali).

Monte Rokko

Monte Rokko, Kobe

Il monte Rokko, con i suoi 931 metri, è la vetta più alta della catena montuosa Rokko, che fa parte del panorama unico situato alle spalle della città.

Dall’alto del monte si gode di una magnifica vista sulla regione di Hanshin e sulle città sottostanti di Kobo e Osaka, vista che risulta ancor più mozzafiato al tramonto.

Tra le attrazioni turistiche presenti sul monte Rokko ci sono un giardino botanico, un campo da golf e la Rokko Garden Terrace, un centro con dei ristoranti, negozi e un osservatorio.


Come raggiungere il Monte Rokko

Dal centro di Kōbe:
 Prendere dalla stazione Sannomiya la linea Hankyu Kōbe per la stazione “Rokko” (7 minuti, ¥190), da qui prendere il bus numero 16 per la stazione alla base della Rokko Cablecar.

Lo stesso bus può essere preso alla stazione JR Rokkomichi (15 minuti) oppure alla Hanshin Mikage Station (25 minuti) e costa ¥210 da qualsiasi delle 3 stazioni.

La cabinovia che arriva in cima al monte impiega 10 minuti e costa ¥590 a tratta oppure ¥1000 andata e ritorno.

Da Arima Onsen: Prendere la funivia che impiega 12 minuti per arrivare in cima al monte Rokko, costa ¥1010 a tratta, oppure ¥1820 andata e ritorno.

Arima Onsen

Arima Onsen, Kobe

Arima Osen è una famosa città termale situata ai confini di Kōbe, sul lato opposto rispetto al monte Rokko dal centro della città.

Meta molto popolare tra gli abitanti di Osaka e Kōbe, Arima Onsen, con una storia millenaria alle spalle, è considerato uno dei resort termali più antichi del Giappone.

Nonostante abbia acquisito un aspetto più moderno, girando per la città è possibile imbattersi ancora in diverse stradine strette, popolate da caratteristici edifici in legno.

La cittadina, di piccole dimensioni e piuttosto compatta, si riesce ad esplorare tranquillamente andando a piedi. Tra le sue vie si trovano diverse sorgenti di acqua termale, templi e santuari e un piccolo museo dedicato alle sorgenti termali.

Ad Arima Onsen ci sono due tipi di sorgenti termali: le Kinsen, caratterizzate da acque di colore dorato a causa dei depositi di ferro, che sarebbero ottime per curare i disturbi della pelle e i dolori muscolari; e le Ginsen (acque argentate), caratterizzate da acque di colore più chiaro che contengono radio e carbonato, sarebbero in grado di curare varie malattie muscolari e articolari.

Per godere dei benefici delle acque termali, ci si può recare nei due bagni pubblici o nei ryokan sparsi per la cittadina dove si può accedere agli Onsen anche se non si pernotta.

I bagni pubblici sono il Kin No Yu, il più grande, e Gin No Yu, il più piccolo.

Tra i migliori ryokan ci sono, invece, Taiko no Yu e il Goshobo.

Come raggiungere Arima Onsen


Dalla stazione Shin-Kobe prendere il treno Hokushin Express per Tanigami Station (10 minuti), da qui la funivia di Kōbe per Arimaguchi Station (10 minuti) e infine la linea Kōbe Electric Railway per Arima Hot Springs che vi porta in 5 minuti alla cittadina.

È possibile optare per un taxi dalla stazione di Shin-Kobe che vi porta direttamente ad Arima in 30 minuti.

Il quartiere Kitano

Quartiere Kitano, Kobe

Il quartiere di Kitano – cho è situato ai piedi del monte Rokko. Quando il porto si aprì agli scambi commerciali con l’estero, Kitano divenne la residenza di mercanti e diplomatici stranieri.

Molte delle loro abitazioni, risalenti al XIX secolo e conosciute come jinkan, oggi sono state trasformate in museo. Vi consiglio quelle secondo me più interessanti:

  • England House, edificata nel 1907, contiene magnifici mobili d’epoca (ingresso ¥750);
  • Yokan Nagaya (France House), nacque come ristorante per i visitatori stranieri ed è arredata con ricchi mobili in stile francese (ingresso ¥500);
  • Ben’s House, arredata in stile occidentale, è l’ex abitazione del gentiluomo inglese Ben Allison (ingresso ¥550);
  • Platon Decorative Arts Museum, conosciuta come Italian House, è una casa riccamente arredata con annesso un piccolo cafe che serve cucina italiana (ingresso ¥700);
  • Former Chinese Consulate, edificato nel tardo periodo Meiji, questo edificio in stile occidentale ha delle linee distintamente orientali, in stile cinese (ingresso ¥550);
  • Kitano Foreigner Association, era un esclusivo club a cui potevano accedere solo i membri iscritti, frequentato soprattutto da stranieri (ingresso ¥550);
  • Yamate Hachibankan, è un’abitazione in stile Tudor del periodo Meiji, che ospita opere di Rodin, Bourdelle e Renoir, nonché collezioni buddiste e oggetti africani tribali (ingresso ¥550);
  • Uroko House and Uroko Museum, è un edificio che prende il curioso nome delle scaglie di pesce (uroko) per via dell’aspetto dato dalla sovrapposizione delle pietre naturali. Ospita una collezione di mobili antichi ed opere russe contemporanee (ingresso ¥1050);
  • Dutch Museum and Fragrance House, fu la residenza del console olandese, ora divenuta museo (ingresso ¥700).

Il quartiere di Chinatown

Quartiere Chinatown, Kobe

La Chinatown della città di Kōbe, conosciuta come Nankinmachi, è un piccolo e caratteristico quartiere, cuore della comunità cinese della regione del Kansai.

Abitata da mercanti cinesi dalla seconda metà dell’Ottocento, ha continuato a crescere, fino a diventare popolare e prendere l’attuale nome, in onore di Nanjing, l’ex capitale della Cina.

Oggi il quartiere è una popolare attrazione turistica, con molti negozi, ristoranti e stand gastronomici dove fare shopping e godersi piacevoli pranzi e cene a base di piatti cinesi rivisitati per essere meglio accettati dai gusti giapponesi.

Il quartiere di Kōbe Harborland

Quartiere Kobe Harborland

Kōbe Harborland è il quartiere dedicato allo shopping e al divertimento, situato tra la JR Kobe Station e la zona del porto di Kōbe.

Tra i diversi complessi della zona, il più famoso è sicuramente Umie, che si divide in Mosaic, South Mall e North Mall.

A Mosaic ci sono i migliori ristoranti, che hanno una vista privilegiata sulla Kōbe Port Tower e sul Kōbe Maritime Museum. Nella parte sud est di Mosaic ci sono una ruota panoramica e l’Anpanman Museum, dedicato al famoso personaggio super eroe del manga e dell’anime dalla testa di pane.

Un’altra zona caratteristica è la Gaslight Street, che ogni sera viene illuminata da lampade a gas decisamente romantiche e vecchio stile.

Renga Soko è una zona che ospita ex magazzini dalle caratteristiche facciate in mattoncini rossi, che sono sede di un ristorante, negozi e un grande spazio per eventi.

Il quartiere di Nada Sake

Quartiere Nada Sake, Kobe

Il Nada Sake District è il luogo più famoso della regione per la produzione di sake, con un’alta concentrazione di distillerie specializzate, grazie alla disponibilità di riso di alta qualità, acqua e condizioni climatiche favorevoli.

La distribuzione della famosa bevanda è facilitata dalla posizione strategica della città e del suo porto. Alcune distillerie offrono percorsi di degustazione, mentre altre ospitano veri e propri musei, dove viene raccontato il processo di produzione del sake.

Ecco i più interessanti musei e distillerie:

  • Sawanotsuru Sake Museum, inaugurato nel 1978 e ricostruito nel 1999 in seguito ai danni subiti durante il terremoto del 1995, offre una spiegazione dettagliata dei metodi di produzione e degli ingredienti utilizzati, con opuscoli in inglese, nonché percorsi di degustazione (ingresso gratuito);
  • Kōbe Konan Muko no Sato, è uno stabilimento dedicato alla produzione di prodotti realizzati con gli “scarti” del sake (ingresso gratuito);
  • Kōbe Shushinkan Brewery, è una distilleria con annesso un negozio che vende sake e prodotti correlati, e offre anche percorsi di degustazione (ingresso gratuito);
  • Hakutsuru Sake Brewery Museum, una distilleria di sake con annesso museo, situato in un edificio tradizionale, che offre percorsi integrati con spiegazioni video, opuscoli in inglese e degustazioni (ingresso gratuito);
  • Kikumasamune Sake Museum, situato in un caratteristico edificio in legno, ha una sala dove vengono esibiti gli strumenti utilizzati per la realizzazione del sake e dove viene diffusa musica tradizionale (gli opuscoli sono disponibili in ben 9 lingue);
  • Sakuramasane Sake, ha un piccolo spazio espositivo dove si possono osservare gli strumenti che venivano usati in passato per produrre il sake; vengono anche proiettati dei video che mostrano le fasi di preparazione. Anche qui vengono offerti percorsi di degustazione, ma ci sono poche indicazioni in lingua inglese;
  • Hamafukutsuro Ginjo Brewery, ha vinto diversi premi per il suo “ginjo” sake ad alta gradazione alcolica. Al secondo piano è presente uno spazio espositivo dove il processo di produzione viene spiegato tramite infografiche (disponibili anche in lingua inglese). Da qui è anche possibile vedere il lavoro che si svolge all’interno della distilleria.

Meriken Park

Parco Meriken, Kobe

Il Meriken è uno stupendo parco situato sul waterfront della città di Kōbe, caratterizzato da prati verdi e cortili aperti dove sono posizionate installazioni di arte moderna.

Nonostante la devastazione causata dal terremoto del 1995, il parco è tornato ad essere un luogo popolare sia per i locali per i turisti.

Il Meriken Park è anche sede di due degli edifici di architettura moderna più iconici della città, la Kōbe Port Tower e il Maritime Museum.

La Kōbe Port Tower, con i suoi 108 metri e la caratteristica colorazione rossa, è una vera e propria icona della città, dalla quale è possibile godere di una vista mozzafiato.

Nelle vicinanze della Kōbe Port Tower partono i battelli turistici per le crociere nella Baia di Kōbe.

Come raggiungerlo

A 10 minuti a piedi dalla stazione Motomachi.

Sorakuen Garden

Sorakuen Garden, Kobe

Il Sorakuen Garden è un caratteristico giardino paesaggistico in stile giapponese, situato proprio nel centro di Kōbe.

In passato, questo giardino faceva parte della residenza di Kodera Kenkichi, ex sindaco di Kōbe, e venne aperto al pubblico solo nel 1941. Tutti gli edifici presenti furono distrutti durante la guerra, tranne un solo stabile.

Nel 1961, Hassam House, l’abitazione di un ex commerciante straniero, venne spostata all’interno del Sorakuen Garden dalla sua sede originale nel Kitano District.

Oggi il giardino è un’oasi verde nel centro della città, un luogo di raffinata bellezza, ottimo per rilassarsi e passeggiare, ammirando il panorama circostante.

Si trova a 4 minuti a piedi dalla stazione Kenchomae.

Kōbe Maritime Museum

Kobe Maritime Museum

Il Kōbe Maritime Museum è situato proprio al centro di Meriken Park. È davvero impossibile non notare la sua struttura bianca con un’installazione a lato che ricorda la vela di una nave.

All’interno dello stravagante edificio ci sono ben due percorsi museali. Uno, situato al primo e al secondo piano, è interamente dedicato al mondo della navigazione, dal funzionamento del porto di Kōbe alla sua storia, e al ruolo fondamentale che esso ha ricoperto per i commerci del Giappone con l’estero.

L’altro percorso museale, il Kawasaki Good Times World, è dedicato alla Kawasaki Heavy Industries, produttore di parti meccaniche e di veicoli di grandi dimensioni, tra cui i treni shinkansen, jet e elicotteri.

Ingresso: adulti ¥600, bambini ¥250
Orari di apertura: 10 – 17 (ultimo ingresso 16:30).

Kōbe City Museum

Kobe City Museum

Inaugurato nel 1982, il Kōbe City Museum ospita le collezioni unificate del Kōbe Archeological Museum e del Namban Art Museum.

La sua collezione permanente comprende una vasta collezione di mappe di diverse regioni ed ere del Giappone, e manufatti che testimoniano gli scambi commerciali con altri Paesi, oltre a numerose opere di Namban Art, una corrente sviluppatasi dopo l’apertura dei porti e l’arrivo dei primi commercianti stranieri nel 1500.

Ingresso: ¥200
Orari di apertura: 10 – 17 (ultimo ingresso 16:30).

Si trova a 10 minuti di cammino dalla stazione Motomachi o dalla Sannomiya.

Kōbe Earthquake Memorial Museum

Il Kōbe Earthquake Museum è stato inaugurato nel 2002 per commemorare il tragico terremoto che si abbatte su Kōbe nel 1995, con lo scopo di sensibilizzare le persone sul tema dei terremoti, in particolare sulla prevenzione dei disastri naturali.

Ingresso: ¥600
Si trova a 10 minuti a piedi dalla stazione Iwaya o Kasuganomichi sulla Hanshin Railway.
Oppure 12 minuti a piedi dall’uscita sud di JR Nada Station.

Hyogo Prefectural Museum of Art

Il Museo d’arte della Prefettura di Hyogo è situato lungo il waterfront nel distretto HAT di Kōbe. È un edificio che fa parte del piano di rilancio della città dopo il terremoto ed è stato progettato da Ando Tadao, famoso architetto di edifici di architettura moderna.

Il museo ospita opere di arte contemporanea sia di artisti giapponesi che stranieri.

La carne di Kōbe

Carne di Kobe

La città di Kōbe e la sua prefettura sono famose in Giappone e in tutto il mondo per la loro prelibata carne.
La carne proviene da una razza di Wagyu, una varietà di mucca giapponese che viene allevata in tutto il Giappone e spesso prende il nome della regione in cui viene allevata.

Altri tipi di carne di Wagyu famosi sono le carni di Matsuzaka e di Yonezawa, altrettanto popolari tra i gourmet giapponesi.

La carne di Kōbe si distingue per la sua tenerezza, il suo sapore e una bella marmorizzazione. Questo tipo di carne viene ricavata dalle mucche Tajima, nate e macellate nella prefettura di Kōbe. Al contrario di quello che si dice, le mucche non vengono nutrite con la birra né massaggiate con il sake.

Per ottenere la certificazione di carne di Kōbe, i tagli devono superare una selezione accurata, e devono avere il giusto grado di marmorizzazione.

La carne di Kōbe, generalmente, viene servita sotto forma di bistecche, shabu shabu (fettine sottili di carne cotte in brodo) o sukiyaki (fettine di carne cotte in una pentola di ferro).

Se volete assaporare al meglio la carne di Kōbe, dovete andare in un ristorante teppanyaki, dove lo chef cuoce la carne in una piastra d’acciaio proprio di fronte ai clienti.

Per un piatto di carne potete aspettarvi di pagare qualche migliaio di Yen, mentre un pasto completo, in questo tipo di ristoranti, va dagli 8.000 ai 30.000 Yen (dai 60 ai 200 euro circa).

Come raggiungere Kōbe

Come raggiungere Kobe in treno

Kōbe è raggiungibile in treno da diverse parti del Giappone. Se avete il japan rail pass, il viaggio è gratuito.

Da Kyoto: Treno JR Rapid Service, scendere alla stazione Kōbe, 55 minuti di percorrenza. Costo senza JRP ¥1080.

Da Osaka: Treno JR Rapid Service, scendere alla stazione di Kōbe, 25 minuti circa di percorrenza. Costo senza il JRP ¥410.

Da Tokyo: Shinkansen Hikari fino a Nishi-Akashi e cambio JR Rapid Service per Kōbe, circa 3 ore e 50 minuti di percorrenza.

Dove dormire a Kōbe

Hotel e Ryokan a Kobe

Kobe Motomachi Tokyu Rei Hotel hotel 4 stelle Kobe

Situato a 3 minuti a piedi dalla stazione Motomachi e a due passi dalla metro, ha camere con bagno privato e wifi gratuito.

Ryokan Negiya Ryofukaku hotel 4 stelle Kobe

Ryokan (albergo in stile giapponese) con Onsen a disposizione. Situato nella cittadina termale di Arima Onsen, a due passi dalla stazione Jr, immerso nel verde, dispone di stanze in stile tradizionale con vista sulle montagne o sul giardino. Possibilità di mangiare la famosa cucina Kaiseki.

Hotel 1-2-3 Kobe hotel 3 stelle Kobe

Hotel in centro a Kōbe, a pochi passi dalla stazione JR Sannomiya. Camere con bagno privato, wifi gratuito e colazione inclusa.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 
Japan Rail Pass
 

Potrebbero interessarti anche

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Sognando il Giappone.com

Sognando il Giappone.com