Giappone in 2 settimane: itinerario dettagliato. Scarica subito
In primo piano
Home / Cultura e società / Bentō Box
Bento Box, lunch box giapponese

Bentō Box

Un bentō è ciò che noi comunemente chiamiamo “pranzo al sacco”, ma anche “cestino per il pranzo”. La parola bentō (弁当) significa letteralmente “cosa utile”, “comoda” e si riferisce sia al contenitore sia al suo contenuto.

Lungi dall’essere un pasto messo insieme in qualche modo per arrangiare la pausa pranzo di chi ha poco tempo, in Giappone ha una sua riconosciuta valenza e dignità, oltre a una storia piuttosto articolata.

Origini del Bentō Box

La tradizione giapponese riconosce l’esistenza del bentō a partire almeno dal XII secolo, quando del riso essiccato veniva preparato per essere mangiato fuori casa da lavoratori come pescatori e contadini, ma presto il suo uso si diffuse anche all’interno dell’alta società.

In epoca Edo il bentō diventò un pasto comodo per i viaggiatori: nacque in questo periodo il cosiddetto ekiben, dall’unione tra stazione (eki) e bentō.

La sua importanza crebbe fino a farlo diventare elemento indispensabile durante escursioni, feste da té e spettacoli teatrali (questi potevano durare infatti molte ore), per incontrare un declino nel XX secolo, tra le due guerre, con il cibo diventato un lusso.

Il successivo diffondersi delle mense contribuì a cacciare da scuola il cibo fatto in casa. Il bentō deve il suo ritorno al diffondersi dei microonde e dei convenience store negli anni ’80, quando il cestino del pranzo casalingo (o industriale) tornò di uso comune a scuola e sul lavoro.

I tipi di Bentō

lunch box o bento box di personaggi

Per quanto si tratti di un pasto destinato a essere consumato in poco tempo, il bentō viene scelto e preparato con estrema cura e varietà: a partire dal contenitore, disponibile in ogni forma, materiale, stile e colore, la più alta considerazione è posta nella preparazione e disposizione del cibo, con un’alternanza di gusti e colori di grande importanza, dove presentazione e nutrimento hanno entrambi valore. Esistono diversi stili riconosciuti di bentō:

  • Ekiben (駅弁): il bentō venduto nelle stazioni
  • Kyaraben (キャラ弁, forma abbreviata di kyarakutaa bentō キャラクター弁当): un bentō preparato per somigliare a un personaggio famoso della cultura popolare, animali, piante,…;
  • Makunouchi bentō (幕の内弁当): il bentō che veniva servito tradizionalmente a teatro, contenente riso, carne, pesce, uova, prugna in salamoia e verdure;
  • Noriben (海苔弁): il bentō classico, molto semplice, composto da meno di 4 ingredienti, tra cui il riso coperto da alga nori;
  • Hinomaru bentō (日の丸弁当): un bentō che riproduce la bandiera giapponese (hinomaru), con una prugna in salamoia al centro del riso bianco.

Il Bentō come dimostrazione d’affetto

La praticità del bentō lo rende particolarmente popolare durante la stagione della fioritura dei ciliegi (hanami), quando amici e colleghi si ritrovano a fare picnic di gruppo, e il pranzo al sacco è particolarmente conveniente. Ma la comodità non è la caratteristica più peculiare del bentō, che è di fatto un vero e proprio strumento di comunicazione sociale in Giappone.

Un bentō preparato in casa, con cura e attenzione, porta con sé tutti i sentimenti di chi lo prepara per chi lo mangia. Non esiste modo migliore di esprimere i propri sentimenti d’amore per qualcuno che spendere il proprio tempo ed energie nella preparazione di un buon manicaretto. Si può scegliere di non parlare, ma non si può non comunicare: il bentō trasmette sempre un messaggio, il più sincero.

Questa comunicazione fatta di azioni, invece che di parole, è estremamente presente in Giappone, e particolarmente potente in forma di cibo: il pranzo di una mamma che fa apparire belle e buone le odiate verdure al suo bambino, o il cestino del pranzo preparato al marito da una moglie arrabbiata che contiene solo riso bianco. Quanto si può dire con un bentō!

Come scegliere un bentō box

È importante che il cibo contenuto nei bentō box sia disposto in modo da non muoversi durante il trasporto, per cui è importante saper scegliere forme e dimensioni dei contenitori più adatti al tipo di cibo che si vuole portare con sé e alla “fame” che si pensa di dover soddisfare.

Generalmente i bentō per bambini sono più piccoli e formati al massimo da due spazi, mentre quelli per adulti si distinguono in bentō maschili (più grandi e dal design essenziale) e femminili (leggermente più piccoli e dagli stili più diversi).

Il cibo inserito nel bentō box deve essere compatto, ma non troppo stipato; per mantenere “in forma” alcune preparazioni è utile avere a disposizione dei piccoli “spiedini” con cui infilzare i pezzi, che saranno pratici strumenti anche al momento di mangiare. Sono comunemente noti come “food picks” e ne esistono di ogni tipo, spesso colorati e divertenti.

Se nello stesso scomparto sono presenti diversi tipi di cibo, in particolare dolce e salato, si deve fare in modo che questi non vengano in contatto diretto tra loro. Per questo si usano separatori, cup o pirottini (spesso in silicone), contenitori di varie misure “a matrioska”, bentō box su più livelli o con altri elementi di separazione. Se devono essere presenti dei liquidi, si possono scegliere contenitori appositi: bottigliette o vasetti portasalse, contenitori ermetici per brodi e zuppe, thermos.

Qualora il cibo preparato vada riscaldato prima della consumazione, occorre fare attenzione al materiale di cui è fatto il bentō box: molti contenitori possono essere usati nel microonde, ma non tutti. Attenzione anche al momento in cui si riempie il contenitore: fatta eccezione per i thermos, il cibo deve sempre essere inserito a temperatura ambiente, non si deve creare condensa all’interno del box.

Dove acquistare i contenitori per i Bentō in Giappone

Acquisto di bento box in Giappone

In Giappone è possibile acquistare bentō box e relativi accessori in moltissimi esercizi commerciali, non soltanto in negozi specializzati in articoli casalinghi. Molto dipende dal budget o dall’occasione, la scelta è davvero varia e a portata di ognuno.

Un’alternativa molto economica e comune in cui fare shopping per il proprio pranzo al sacco sono i cosiddetti 100 yen shop, negozi in cui si vende ogni genere di articolo (oggetti per la casa, cancelleria, cibo, abbigliamento, …) al costo di 100 yen (+ tasse) al pezzo o poco più. Maggiormente diffusi nelle città, si trovano in genere ovunque.

I supermercati hanno spesso una sezione dedicata ai bentō, che si arricchisce in particolare nel periodo che precede l’inizio di ogni nuovo anno scolastico (da fine febbraio a inizio aprile). In questi mesi le offerte si moltiplicano anche in occasione dell’hanami, e la scelta è più vasta che nel resto dell’anno.

Nei grandi magazzini la scelta di bentō box si arricchisce delle varietà più ricercate, dai personaggi più popolari tra i bambini ai bentō più tradizionali in legno laccato e intarsi.

I prezzi qui sono sicuramente più alti, così come la qualità degli articoli in vendita. Anche qui si possono ugualmente trovare buone offerte o piccole chicche particolari, come i food pick stagionali in legno di bambù, un tocco di classe per ogni picnic tra i ciliegi che si rispetti.

Guida all’acquisto dei Bentō Box on-line

Chi non avesse la possibilità di andare in Giappone o se nel vostro precedente viaggio non avete comprato i bentō box, avrete l’occasione di rifarvi acquistandoli on-line.
Devo dire che ho trovato una vasta scelta di Bentō box su internet, anche a prezzi accessibili.

Prima però vorrei darvi dei consigli sull’acquisto.

Solitamente i bentō box non hanno una chiusura ermetica (eccetto qualche modello), ma un cinturino per tenere unito il coperchio con il contenitore. Non sempre questa modalità risulta essere comoda per il trasporto perché il cinturino (se fatto male) a volte si apre…

Per esempio, io tempo fa ho acquistato un bentō box di Totoro, composto da 2 contenitori, di cui uno con delle fessure. Per la chiusura c’è appunto il cinturino che tiene uniti i coperchi ma anche i due contenitori. Per trasportarli devo metterli in una busta stretta, altrimenti se dovessero aprirsi uscirebbe fuori il contenuto, quindi non mi fido.

Il mio consiglio è di scegliere quei bentō box che hanno anche il sacchettino o altrimenti lo comprate a parte (anche nei manga e negli anime si vedono sempre i bentō ben chiusi in dei fazzoletti o sacchettini di stoffa), a meno che il cinturino non sia ben fatto e resistente, magari elastico.

Un altro suggerimento è quello di scegliere dei contenitori con separatori all’interno, in modo da dividere le varie pietanze; alcuni includono anche delle bacchette o posate occidentali, ma ritengo non sia fondamentale, anche se molto comodo.

Ecco una breve lista di negozi online dove potrete acquistare i bento box e relativi accessori:

Sito di Amazon. Tutti conoscete Amazon e sapete che offre un servizio affidabile. Qui trovate ampia scelta ma attenzione alle fregature.

Se vedete prezzi troppo alti (oltre i €50) per un semplice contenitore senza accessori o senza marche, probabilmente si tratta di un prodotto di bassa qualità ad un prezzo gonfiato.

Stesso discorso per i prezzi troppo bassi… ho visto bentō box a 2 euro o anche meno e sinceramente non li comprerei mai!

Ci sono però anche molti prodotti validi, come per esempio i bentō della Monbento, un’azienda francese specializzata in bentō box di buona qualità.

Bottegagiapponese. Un e-commerce dedicato a vari prodotti made in Japan, affidabile e sicuro. Qui trovate una vasta scelta di bentō box di vari tipi e design, anche con accessori. Spedizione gratuita per ordini superiori a € 19,90.

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (1 voti, media: 5,00 su 5)
Loading...
 
Japan Rail Pass
 

Potrebbero interessarti anche

About Alessandra Sanna - Viaggi.city

Leggi anche

Bambole giapponesi kokeshi

Le Bambole Kokeshi

Indice1 Cosa sono le bambole Kokeshi2 Origini delle Kokeshi3 Come sono fatte4 I musei delle …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Sognando il Giappone.com

Sognando il Giappone.com