Tokyo Sky Tree

Tokyo Skytree

Scrivi un commento per primo / di Alessandra Sanna / aggiornato: 10 Novembre 2022

La torre più alta del mondo

Il 17 Novembre del 2011, la Tokyo Sky Tree è entrata a far parte del “Guinness World Record“, come la torre più elevata al mondo.
Alta 634 metri, la struttura di acciaio offre un valido contributo alle telecomunicazioni del Paese e viste le sue potenziali caratteristiche fisiche, strutturali e logistiche i responsabili del progetto hanno pensato di sfruttarlo anche come Osservatorio panoramico. La struttura è stata progettata con materiali d’ultima concezione per resistere ai movimenti tellurici, visto che il Giappone è un Paese fortemente colpito.

Di notte il sistema d’illuminazione, insito nell’anima della torre, caratterizza in modo spettacolare il panorama circostante. La torre è strutturata complessivamente in 3 sezioni su cui avvengono le principali attività:
Tokyo Solamachi (la base della torre), Tembo Deck (dal piano 340 al 350) e Tembo Galleria (dal piano 445 al 450).

Tokyo Solamachi

L’area del Tokyo Solamachi (dal 2° al 5° piano) si raggiunge superando l’ingresso B1.
Salendo al 1° piano vi è rappresentata, sulle pareti laterali di un lungo corridoio di 45 m, l’Emakimono digitale del fiume Sumida. Si tratta, in particolare, della mappa urbano-culturale della civiltà Edo situata lungo le sponde del fiume Sumida.

Al 4° piano è presente il box della biglietteria, un centro informazioni, un negozio di souvenir (“The Skytree Shop”) e il “Super Craft Tree”, una piccola mostra artistica messa a disposizione del pubblico con 12 opere d’arte contemporanea realizzate a mano con cristallo kiriko riproducenti la struttura portante dello Sky Tree.

Tembo Deck

Per raggiungere il 1° Osservatorio utile, occorre prendere il “Tembo Shuttle”, l’ascensore più rapido del Giappone in grado di raggiungere il 340° piano in meno di 50 secondi.

Quello che caratterizza questo supertecnologico elevatore meccanico è il soffitto panoramico e la decorazione delle due linee ascensori, quattro motivi in tutto, che s’identificano nelle stagioni dell’anno.

Su questo piano vi è la zona Bar munita di tavolini che propone l’assaggio di spuntini e piccoli dolci della casa (apertura: 08:00 – 21: 45); ma se si preferisce passeggiare, ci si può dirigere verso il pavimento di vetro (ristretto a una specifica area) per osservare l’impressionante distanza che separa il Tembo Deck dal piano inferiore. Al 345° piano (raggiungibile con scale o ascensore), ci si può fermare allo “Sky Restaurant 643” e ordinare il menù “Tokyo Cousine”, un pasto completo tipico della tradizione locale (aperto dalle 11:00 alle 23:00 – ultimo orario d’ingresso 20:30). I tavoli posti in corrispondenza di ampie vetrate permettono la visione completa di tutta l’area circondariale.

Al 350° piano vi è finalmente l’Osservatorio della Tembo Deck Galleria. La collocazione dell’osservatorio mostra la visione di fiumi, parchi naturalistici, strutture architettoniche e cupole di santuari.

Sullo stesso piano è ubicato un ulteriore Bar Cafè fornito di bevande e gelati da consumare in piedi. L’installazione del paravento dipinto dell'”Edo Hitomezu Byobu” propone un confronto diretto tra la mappa storica della città ferma al periodo Edo, con il profilo morfologico-urbano attuale. Inoltre, vi è un’area adibita al cosiddetto “Sistema di navigazione spazio-temporale di Tokyo”, costituita da 3 monitor touch-screen collegati alla fotocamera panoramica della torre, consultabili, per zoommare i luoghi di maggior interesse.

Tembo Galleria

Questa zona costituisce il secondo osservatorio della struttura. Il Tembo Galleria, segue la circonferenza esterna dell’edificio e permette ai visitatori di passeggiare lungo un corridoio di 110 metri che collega i piani 445 e 450.

La diffusione sonora di particolari effetti audio, che variano a seconda delle condizioni climatiche, accompagnano poi i visitatori del tour, facendo apprezzare al meglio la bellezza scenica del paesaggio in un clima di mera accoglienza e suggestione. Da quest’altezza, tempo permettendo, si riesce a scorgere anche la cima innevata del Monte Fuji e altri centri d’interesse fra cui il Tempio Senso-Ji, il palazzo imperiale e il parco naturalistico Ueno Onshi.

Raggiungendo il 450° piano si accede alla zona più alta della struttura. Il Punto Sorakara è una specifica area caratterizzata da pareti a specchio e illuminata in modo flebile da una luce soffusa idonea a trasmettere al visitatore sensazioni uniche fra spazio temporale e materia.

Orari di apertura

Aperto 365 giorni l’anno, nella seguente fascia oraria: 8:00 – 22:00.

Biglietto di ingresso

L’ultimo orario utile per l’acquisto del biglietto all’Osservatorio Tembo Deck è alle ore 21:00; mentre all’Osservatorio Tembo Galleria il limite massimo è fino alle 21:20. La biglietteria si trova al 4° piano.
Il costo varia in relazione alla fascia d’età e del luogo da visitare:

1) TEMBO DECK (dai 18 in su) 1.800 yen;

2) TEMBO DECK (dai 12 ai 17) 1.400 yen;

3) TEMBO DECK (dai 6 agli 11) 850 yen;

4) TEMBO DECK (dai 4 ai 5) 620 yen;

5) TEMBO GALLERIA (dai 18 in su) 1.030 yen;

6) TEMBO GALLERIA (dai 12 ai 17) 820 yen;

7) TEMBO GALLERIA (dai 6 agli 11) 510 yen;

8) TEMBO GALLERIA (dai 4 ai 5) 310 yen.

Dove si trova e come raggiungerla

La Tokyo Sky Tree si trova nel quartiere di Sumida-ku, 1 – 1 – 2 Oshiage.
Prendere la linea Hanzōmon della metro e scendere a Oshiage, uscita Sky Tree, da qui camminare in direzione della torre per circa 160 m (2 minuti).

AUTOBUS: La navetta Skytree di andata e ritorno mette in comunicazione il Tokyo Sky Tree Town con le principali stazioni d’arrivo, come: l’aeroporto Haneda, la Stazione di Tokyo, la Stazione di Ueno, Tokyo Disney Resort, Odaiba district, Stazione di Shiki, Stazione di Asakadai, Stazione di Wakoshi, ecc. La Stazione di Oshiage è la più vicina alla torre (160 m).

 

Potrebbe interessarti leggere anche:

  

I tour imperdibili

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.