Periodo migliore per visitare il Giappone

Quando andare in Giappone

L’arcipelago giapponese ha un clima molto variabile, per via della sua posizione geografica.

Essendo situato nel Pacifico, a est rispetto a Cina, Corea e Russia, risulta influenzato dalle correnti calde dell’oceano e dalle correnti fredde provenienti da nord (soprattutto dalla Siberia).

La varietà climatica si rileva non soltanto da stagione a stagione, ma anche spostandosi da nord a sud del Paese.

È bene quindi conoscere le caratteristiche del clima delle diverse zone del Giappone, per decidere quando e dove andare!

D’inverno fa freddo praticamente in tutto il Paese, anche se a nord il freddo è maggiore, dura più a lungo e le nevicate abbondano. Di contro, al nord le estati sono miti ma brevi.

Al centro ci sono inverni brevi ed estati umide e calde.

A sud invece gli inverni sono un po’ più miti e le estati lunghe ma molto, molto umide!

Quali sono l’alta stagione e la bassa stagione per il Giappone?

L’alta stagione ricade nei seguenti periodi dell’anno:

  • La primavera, nel periodo della fioritura dei ciliegi (ultima settimana di marzo e prime due di aprile)
  • La settimana chiamata “Golden Week” (29 aprile – 5 maggio), in assoluto il periodo più affollato dell’anno, durante al quale i giapponesi vanno in vacanza in massa!
  • L’estate, in particolare il mese di agosto, che nonostante il caldo, richiama flussi turistici consistenti.
    Sempre nel mese di agosto ricade il breve periodo dell’Obon, durante il quale le persone ritornano nei loro luoghi natii, quindi c’è anche parecchio movimento da parte dei residenti.
  • I giorni intorno al Capodanno. Dato che quasi tutti i giapponesi hanno vacanze dal 29 dicembre al 4 gennaio, è facile capire perché questo sia un periodo di punta.

Anche l’autunno, da fine novembre a inizio dicembre, è un periodo abbastanza gettonato, durante il quale si può ammirare un altro spettacolo naturale incantevole, quello delle foglie che cambiano colore (Autumn Foliage Season).

L’afflusso turistico però è inferiore rispetto a quello primaverile.

I mesi di bassa stagione sono invece quelli che potremmo definire “intermedi”: febbraio, marzo, ottobre, inizio di novembre.

Ricordate che in Giappone alta e bassa stagione variano anche a seconda della località: nelle stazioni sciistiche naturalmente l’inverno è l’alta stagione, (con conseguente incremento dei prezzi da fine dicembre a fine marzo), mentre la bassa stagione l’estate.

Nelle località balneari, al contrario, l’alta stagione è quella estiva, a partire da metà luglio.

Quando andare in Giappone

Se considerassimo esclusivamente il fattore clima, potremmo individuare i seguenti momenti ideali per viaggiare:

Inizio primavera

Tardo autunno

In questi periodi dell’anno, infatti, le piogge sono moderate e le temperature piacevoli rispetto a quelle del rigido inverno e a quelle calde e umidissime dell’estate.

Da inizio giugno a metà luglio… piove spesso quindi, “sulla carta”, non sono mesi ideali, ma se dovete necessariamente prendere le ferie in questo periodo non preoccupatevi troppo e partite ugualmente.

Muniti di ombrello, impermeabili e allegria il vostro viaggio sarà comunque meraviglioso.

Per individuare il periodo giusto per viaggiare, considerate non soltanto il clima, ma anche il vostro budget: se è ridotto, evitate di partire ad aprile e ad agosto – mesi di punta – e andate alla ricerca di voli in offerta per altri momenti dell’anno!

Li potete trovare soprattutto per i mesi di febbraio, ottobre e novembre.

Per avere un’idea di quanto possa costare un viaggio in Giappone leggete qui.

Il nostro consiglio per vivere una vacanza perfetta è quello di scegliere le date considerando molteplici elementi, quali: preferenze personali, tolleranza al clima e alla folla, disponibilità economiche.

Se per esempio il vostro desiderio è quello di vedere la fioritura dei ciliegi, ovviamente dovreste partire quando c’è l’hanami.

Preferite i periodi meno affollati e sopportate bene il freddo? L’inverno fa per voi.

Vorreste scalare il Monte Fuji? Il vostro periodo è quello da luglio a fine agosto!

Non sopportate troppa folla? Evitate i periodi di alta stagione (soprattutto quello dell’hanami, la Golden Week e il Capodanno).

Quando è la fioritura dei ciliegi?

Un viaggio in Giappone è un sogno per tutti; ecco perché sapere che qualcuno si appresta a realizzarlo concretamente suscita (almeno) un pizzico di invidia in chi rimane a casa.

Se, poi, il fortunato viaggiatore partirà nel periodo della fioritura dei ciliegi, cioè tra l’ultima settimana di marzo e le prime due settimane di aprile, allora l’invidia degli altri galopperà!

Chi, infatti, non vorrebbe immergersi “dal vivo” in quel tripudio di fiori rosa che ben conosciamo, dato che fotografi e pittori lo rappresentano instancabilmente nelle loro opere?

La fioritura dei ciliegi in Giappone porta magnifici festeggiamenti, quindi poter partecipare all’antica tradizione dell’“hanami”, che vuol dire “ammirare i fiori” è davvero una fortuna sotto tanti punti di vista.

Vi auguriamo quindi di poter essere tra questi fortunati, e vi raccontiamo tutto sulla fioritura dei Sakura (ciliegi) in questa pagina.

Qual è la stagione più piovosa in Giappone

La stagione più piovosa va dall’inizio di giugno alla metà luglio (nel sud del Paese, le piogge iniziano a cadere già da maggio).

è proprio periodo delle vostre ferie obbligatorie? Come già suggerito, non disperatevi e partite lo stesso!

Durante la stagione delle piogge le temperature saranno comunque buone, e poi non è detto che pioverà tutti, ma proprio tutti i giorni.

Tra l’altro, ci sono tantissime cose da fare in Giappone quando piove: qui trovate consigli e idee.

Se invece la pioggia vi infastidisce parecchio, e avete la possibilità di programmare il viaggio in un altro periodo, evitate la stagione delle piogge.

Il Giappone stagione per stagione

Il Paese del Sol Levante è affascinante in ogni stagione: feste ed eventi animano l’arcipelago praticamente tutto l’anno, la natura offre spettacoli memorabili e ogni mese ha le sue meraviglie!

Esaminiamo i pro e contro di un viaggio in Giappone nelle diverse stagioni.

Primavera

primavera: periodo migliore per andare in Giappone

Pro

  • Clima amichevole! Le temperature iniziano a sollevarsi dopo i mesi invernali;
  • Chi va nella zona di Okinawa troverà temperature ancora più elevate e probabilmente potrà già fare il bagno al mare!
  • Possibilità di ammirare i parchi verdi e di fare hanami, ammirando la fioritura dei ciliegi (portate con voi un bento da picnic, come i veri giapponesi!);
  • In questa stagione si possono già fare escursioni al monte Fuji;
  • Possibilità di partecipare a numerose feste: scoprite di più su quelle di marzo, aprile e maggio.

Contro

  • Afflusso turistico: è una delle stagioni più affollate;
  • Il clima, se pur amichevole, può essere variabile, con piogge dispettose pronte a rovinare la vostra contemplazione dei ciliegi;
  • Prezzi mediamente più elevati (soprattutto quelli dei voli, nel mese di aprile);
  • Possibile difficoltà nel trovare alloggio nelle zone più turistiche del Paese (e posto nei treni proiettile), nei giorni dal 29 aprile al 5 maggio, ossia durante la Golden Week, famoso ponte lungo durante il quale i giapponesi fanno festa. Trovate qui maggiori informazioni su questa ricorrenza;
  • Le persone che soffrono di allergie al polline in primavera potrebbero veder aggravati i sintomi del disturbo.

Estate

Estate in Giappone, quando andare

Pro

  • In questo periodo si concentrano numerose feste tipiche, i matsuri, e c’è tanto da fare e da vedere, a dispetto dell’afa. Per esempio, queste 10 cose nel mese di luglio e tanti eventi nel mese di agosto;
  • I prati sono verdissimi, e i grilli cantano!
  • è la stagione top per l’escursionismo;
  • Potrete assaggiare ottimi cibi estivi rinfrescanti, come i noodles freddi, i gelati al tè verde e le palline di gelato Yukimi Daifuku. 

Contro

  • Il clima afoso! Fa caldo davvero e c’è tanta umidità. In questa stagione che fa sudare, sperimenterete la differenza di temperatura tra l’esterno torrido e l’interno dei negozi, nei quali l’aria condizionata è gelida;
  • Le intense piogge, da metà giugno a luglio;
  • I prezzi dei voli che lievitano per il mese di agosto e i prezzi elevati nelle località balneari;
  • Affollamento soprattutto in concomitanza con l’Obon, evento di metà agosto che rende omaggio agli antenati;
  • Da luglio possono arrivare i tifoni; si possono affrontare ma di certo non sono piacevoli.

Autunno

Autunno in Giappone, migliore periodo

Pro

  • Clima favorevole, soprattutto da fine settembre a fine ottobre. Non ci sono moltissime piogge e non fa ancora troppo freddo (anche se le temperature diventano sempre più rigide all’approssimarsi di dicembre);
  • I colori della natura sono incredibili: le foglie diventano gialle e rosse, e potrete dedicarvi al Momijigari, la contemplazione degli aceri rossastri;
  • Le attrazioni sono solitamente meno affollate rispetto all’alta stagione, così come i trasporti (questo però non vale durante i week-end lunghi, i three-day weekends);
  • Nel mese di dicembre, potrete ammirare le bellissime luminarie che addobbano le città per le festività;
  • Possibilità di assistere ad alcuni eventi e feste tradizionali: vi indichiamo quelli di settembre (agli amanti dei videogame segnaliamo in particolare il Tokyo Game Show), ottobre e novembre.

Contro

  • Il tempo può rivelarsi imprevedibile e, addirittura, a ottobre e novembre potreste passare dal caldo al freddo da un giorno all’altro;
  • In confronto alle altre stagioni, in autunno si svolge un numero inferiore di festival ed eventi.

Inverno

Andare in Giappone in inverno

Pro

  • Il clima è secco, piove poco e il cielo è terso (con un po’ di fortuna potrete ammirare il monte Fuji anche da Tokyo);
  • Possibilità di praticare sport invernali, nella zona di Hokkaido, dove ci sono bellissime piste.
  • Se vi trovate nella zona di Okinawa, potrete iniziare a vedere la fioritura dei ciliegi già da fine gennaio;
  • è il periodo dei saldi, che iniziano i primi giorni di gennaio (questo è un aspetto positivo o negativo? Dipende dalle vostre intenzioni e dalla vostra disponibilità economica!);
  • Possibilità di trovare voli convenienti per i mesi di febbraio, ottobre e novembre;
  • Gli eventi abbondano: si va da quelli tradizionali a quelli sportivi. Ecco cosa potete fare a gennaio e a febbraio;
  • Siete golosi di granchi? Questa è la stagione giusta per gustarli.

Contro

  • A seconda della zona che visiterete potrete trovare un freddo particolarmente intenso: per esempio, l’Hokkaido ha un inverno gelido e lungo, con temperature rigide anche fino a marzo. A Okinawa invece le temperature sono più elevate;
  • I prezzi crescono molto nel periodo di capodanno, durante il quale alcune attrazioni chiudono per alcuni giorni.

Qual è il periodo dei tifoni

Tifoni in Giappone: come comportarsi

I tifoni in Giappone sono un evento piuttosto probabile: si verificano praticamente ogni anno, specialmente da luglio fino alla metà di novembre, quindi è necessario prestare attenzione a questi fenomeni meteorologici dall’estate all’autunno.

Cosa sono i tifoni? Vortici aerei uniformi ad alta velocità che si sviluppano nelle acque oceaniche vicino al Giappone; portano piogge intense, vento forte e, se particolarmente aggressivi, possono causare il blocco dei trasporti (metro, treni, aerei) e la chiusura dei musei.

Se, ignari, avete già prenotato un viaggio in Giappone nel lungo periodo durante il quale possono verificarsi i tifoni, non affrettatevi a cancellarlo o a spostare le date andando incontro ad una perdita economica.

Consolatevi pensando che i giapponesi vanno a lavorare anche con il tifone più potente!

Raccomandiamo, però, massima cautela, consapevolezza e attenzione nel gestire questo tipo di situazioni, per noi insolite.

Tenete a mente che

  • I tifoni colpiscono prevalentemente il sud del Giappone, in particolare Fukuoka e le isole di Okinawa. Naturalmente, però, potrebbero verificarsi anche a Tokyo e a Kyoto, quindi anche se vi trovate nelle grandi città non abbassate la guardia.
  • Fortunatamente, il fatto che ci sia un tifone in arrivo è noto con qualche giorno di anticipo. Se sarete in Giappone nel periodo “a rischio”, tenetevi sempre informati cercando informazioni sul web.
  • é importante capire se il tifone atteso sarà forte o meno: improntate il vostro comportamento alla massima prudenza specialmente in caso di tifoni molto intensi.
  • In presenza del tifone, non rimanete assolutamente per strada a bagnarvi (o a rischiare di essere colpiti da oggetti che possono cadere dall’alto): entrate in un locale e attendete che torni il sereno!
  • Quando si prevede che stia arrivando un tifone è probabile che, nel vostro albergo o nel luogo in cui vi trovate, vi vengano fornite indicazioni su come comportarvi: seguitele per minimizzare ogni rischio.
 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

Potrebbe interessarti leggere anche:

  

I tour imperdibili

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.